Il principale edificio sacro è senza dubbio la monumentale Chiesa Madre, dedicata alla Madonna Assunta. Ubicata nell’ omonima piazza la chiesa è stata edificata nell’ ultimo decennio dell’ 800. La chiesa presenta una facciata in pietra di Siracusa su basamento calcareo di Biliemi, con tre portali d’ingresso. I mosaici, opera di artisti toscani, sono stati inseriti successivamente e rappresentano: la Madonna Assunta, al centro; S. Antonio da Padova, patrono di Favara, a destra, e l’Angelo che porta il pane al Profeta Elia, a sinistra. Caratteristica dominante della Chiesa è la splendida cupola. Internamente è articolata in tre navate illuminate da finestre con variopinte vetrate. All’ interno della nicchia che si apre nell’abside è custodita la statua lignea della Vergine Assunta, mentre sulla parte alta si aprono una serie di nicchie che ospitano statue di Santi. L’altare in marmo policromo della navata destra è dedicato a S. Antonio, la cui statua in cartapesta del Santo risalente al XIX secolo è custodita entro un tabernacolo ligneo. A sinistra dell’ altare sono deposte le salme di cinque noti Favaresi caduti nella prima guerra mondiale. L’altare della navata sinistra è dedicato al SS. Crocifisso in legno datato tra il XVI e il XVII secolo.
Degni di menzione sono, inoltre, la statua lignea della Madonna col Bambino di pregiata fattura barocca e il pulpito in stile neogotico.
Le pareti della Chiesa sono ricche di affreschi risalenti alla prima metàdel secolo XX.
La cupola
cupola10
L’interno
interno1
Miriam Bruccoleri
Vanessa Lazzano
Annalisa Puma